Scrittura elettronica: sostenitori e scettici